Sindrome premestruale e ipertensione

La sindrome pre-mestruale aumenta il rischio di ipertensione

La sindrome pre-mestruale aumenta il rischio di ipertensione nelle donne. Lo rivela uno studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology da un team della Massachusetts University.
Una pressione sanguigna elevata triplica il rischio di infarto o ictus, di problemi ai reni e agli occhi, oltre a rendere più probabile la possibilità di soffrire di demenza.

Il rischio aumentato colpisce quindi le donne che soffrono in maniera particolare l’arrivo del ciclo mestruale. I ricercatori sono giunti a queste conclusioni analizzando i dati di 3.500 donne con oltre 25 anni di età, seguite per un periodo di 20 anni.
Un terzo del campione ha mostrato sbalzi d’umore, mal di schiena, insonnia e altri sintomi tipici della sindrome pre-mestruale. Nel resto del campione, invece, non erano presenti questi sintomi.
Le donne che soffrono della sindrome pre-mestruale hanno il 40 per cento di probabilità in più di soffrire di pressione alta nei successivi 20 anni. Il nesso era ancora più evidente in presenza di sintomi pre-mestruali comparsi fin da giovani.
“Le donne con sindrome pre-mestruale dovrebbero essere sottoposte a screening per identificare precocemente i cambiamenti nella pressione sanguigna e prevenire il rischio di ipertensione nel futuro”, hanno concluso i ricercatori. http://www.italiasalute.it/Ginecologia.asp 

26/11/20150