Tumore alla prostata fiutato dai cani

Liu e Zoe, i due pastori tedeschi che scoprono il cancro alla prostata

 

Liu e Zoe, i due pastori tedeschi che scoprono il cancro alla prostata 03/11/2015 – Incredibile a dirsi, ma siamo davanti ad un nuovo miracolo nella diagnosi precoce del

cancro alla prostata. Adesso a scoprire la presenza di una neoplasia maligna ci pensano i cani. E’ quanto emerso da uno studio dell’Istituto clinico Humanitas di Rozzano, secondo il quale i cani Liu e Zoe, usati nell’esperimento, sarebbero in grado nel 97% dei casi di individuare il cancro alla prostata. I risultati hanno lasciato di stucco la comunita’ scientifica. Liu e Zoe sono due cani pastori tedeschi addestrati al pari dei cani antidroga. E’ stata dimostrata la loro abilita’ nello individuare i due più comuni tipi di cancro alla Prostata, quello a basso rischio e quello allo stadio avanzato. Lo studio è stato condotto su un campione di 900 uomini di cui 540 sani e 362 affetti da tumore prostatico. Liu e Zoe salveranno tante vite. Una scoperta destinata a stravolgere il futuro ? Sembra proprio di si.

Sorprendente scoperta del mondo scientifico: il cancro alla prostata si puo individuare con il fiuto del cane. La neoplasia emana un odore particolare: ora il prossimo passo sarà quello di capire quali sono le molecole e cosa annusa il cane. Liu e Zoe saranno fondamentali per realizzare uno strumento in grado di affiancare il cane e per capire quale tipo di metabolismo neoplastico cellulare determina quell’odore particolare. Non resta che attendere nuovi sviluppi. Fonte centro meteo italiano 

03/11/20150