Fratture pene: quali sono le posizioni più pericolose?

La frattura del pene durante il rapporto sessuale non solo è possibile ma può anche essere favorita da alcune posizioni assunte dai due partner. Per esempio, secondo uno studio sulla “Correlazione tra la posizione sessuale e gravità della frattura del pene” pubblicato sull’International Journal of Impotence Research, dà al secondo posto nella classifica del rischio la classica posizione del “missionario” (lei sotto, lui sopra).

Al primo posto invece c’è la classica posizione del “cagnolino” e al terzo quella in cui la donna è sopra l’uomo, a cavalcioni. Nel primo caso infatti si verifica il 41 per cento delle fratture. In generale, la frattura del pene, detta anche sindrome del chiodo rotto, colpisce rarissimamente, dal 1924 con una frequenza di 16 casi l’anno. Fonte Libero.it

20/09/20170