la tecnologia e amori a distanza

Lʼamore a distanza del 21° secolo non fa di certo paura alla tecnologia. Con lʼavanzare della ricerca, con le nuove tecnologie, con le sempre più frequenti sperimentazioni, lʼessere umano può vantare moltissime scoperte che stanno tuttʼoggi migliorando lo stile di vita. Esistono a tal proposito dei “gadget” che consentiranno di vivere con maggior serenità la distanza di un amore. Nuove tecnologie che affiancano gli innamorati che per vari motivi si ritrovano a dove vivere un amore a distanza di chilometri. Si chiamano: Frebble e Pillow Talk, due nuove tecnologie che si apprestano a diventare realtà nel 2017. 

Frebble 

 

Gli amanti delle lunghe distanze possono utilizzare diversi mezzi di 

comunicazione per rimanere in contatto (Skype, Facebook, ecc.), ma fino ad oggi vi era lʼimpossibilità di vivere un contatto “diverso”. Ad esempio tenersi per mano era unʼidea così lontana, che sembrava impossibile, invece grazie a questa nuova tecnologia sarà possibile. Gli scienziati hanno creato un accessorio wireless che permette di tenere la mano del vostro partner in qualsiasi parte del mondo esso sia. Frebble utilizza la tecnologia tattile per imitare la sensazione che qualcuno stia dando una stretta rassicurante alla mano, utilizzando una coppia di due dispositivi di piccole dimensioni. Frebble è lʼidea di un imprenditore dei Paesi Bassi, Frederic Petrignani, che attualmente sta raccogliendo fondi su Kickstarter per mettere i dispositivi in produzione. Il dispositivo bluetooth può avere altre funzioni oltre a dare una mano agli amori a distanza, infatti potranno usarlo molti altri soggetti: un nipote potrà chiamare la nonna, i figli che non vedono molto spesso uno dei due genitori potranno sentire la sua stretta “virtuale”. Il dispositivo sarà in grado di essere utilizzato insieme ai servizi di video chat come Skype o Google Hangouts e questo permetterà alle persone di vedere, ascoltare e sentire il tocco di persone in tutto il mondo. Una coppia di dispositivi costano $ 89. www.myfrebble.com 

Pillow Talk 

Quale suono è più accogliente, rassicurante e gioioso del battito del cuore del proprio innamorato? Una società con sede a Londra e capitanata da un team di ingegneri e progettisti, sta lavorando a un progetto volto a realizzare uno strumento che possa avvicinare i cuori di due persone 

pastedGraphic.png  

lontane e cioè sentire il battito cardiaco in tempo reale del proprio amato durante il sonno attraverso devices tecnologici. Si chiama Pillow Talk: un braccialetto raccoglie il battito cardiaco di ciascun partner e lo invia, in tempo reale, allʼaltro attraverso una lettore di suoni da sistemare sotto il cuscino. Pillow Talk permettarà di ascoltare il tichettio del cuore della persona amata distante chilometri durante la notte lasciandosi coccolare dolcemente dal rumore famigliare. Un modo per sentirsi vicini anche se distanti. www.littleriot.com/pillow-talk 

Siamo arrivati ad un punto dove cominciano a non bastare più emoticon o videochiamate e la tecnologia sta seguendo le necessità di noi esseri umani di essere sempre più iper-connessi. 

La corsa verso qualcosa, senza mai fermarsi, ma basteranno queste tecnologie per colmare la distanza? 

 

fonte noi2 magazine 

17/11/20160