Uomo con la pancetta piace alle donne

Per gli uomini di mezza età con il six pack sepolto sotto uno strato di lardo è arrivato il momento della riscossa.

Se prima, come succede spesso alle donne curvy alle prese con la prova costume, si sentivano impallidire di fronte ai fusti palestrati che in spiaggia sfoggiano addominali che manco una scultura di Michelangelo avrebbe potuto esaltare meglio, adesso sono loro, i quarantenni col fisico alla Homer Simpson, a guardare dall’alto in basso i giovani rivali che si ammazzano di esercizi in palestra.

Sì, perché le donne li trovano più attraenti. Non solo: possono vantare un’aspettativa di vita più lunga e un minor rischio di incidenza di cancro alla prostata e di infarto.

Lo dice una ricerca effettuata da Richard Bribiescas, professore di antropologia all’università di Yale. Secondo l’accademico infatti qualche chilo in più nel girovita può avere degli effetti benefici non solo dal punto di vista dell’appeal sessuale, ma anche per la salute.

“Con l’avanzare dell’età diminuiscono i livelli di testosterone e questo si traduce in perdita di massa muscolare a favore di quella grassa” spiega Bribiescas. Ma il calo di questo ormone non solo è responsabile della comparsa della pancetta, ma anche di cambiamenti a livello comportamentale.

L’umo diventa meno “rude” e sviluppa un maggiore istinto paterno: il vantaggio è che i papà trascorrono più tempo con i figli e instaurano con loro relazioni affettive più intense.

Il che li mette in pole position tra gli esemplari più ricercati dal sesso opposto, perché per innato istinto di conservazione, come succede per tutte le femmine di ogni specie animalei, tendono a preferire partner che sappiano prendersi cura della prole.

Insomma, il nuovo maschio alfa ha l’addome appesantito da qualche chilo di grasso in più: un segnale di richiamo sessuale efficace quanto la sgargiante ruota di piume esibita dal pavone per attirare le femmine per l’accoppiamento.

Non solo. Il calo di testosterone può allungare la vita. Una serie di studi effettuati su eunuchi (privi di testicoli che producono l’ormone) ha dimostrato che vivono mediamente dai 14 ai 20 anni di più rispetto ai maschi non castrati. E meno testosterone, meno rischio di tumori prostatici. Attenzione, però: se il livello del testosterone è troppo basso non solo si ottiene l’effetto opposto, ma si va incontro a una serie di gravi patologie.

Bribiescas cita anche studi che indicano che chi ha l’indice di massa corporeo (BMI) compreso tra 25 e 29, normalmente considerato rischioso per la salute e anticamera dell’obesità, ha un’aspettativa di vita più lunga rispetto a chi ha un BMI inferiore o superiore. Non ci credete? Leggete qui.

Dunque, uomini con la pancetta siate orgogliosi e camminate a petto – ops, ad addome – infuori. Ma non dormite sugli allori, o meglio sul divano: bisogna ricordare che l’esercizio fisico, anche una breve passeggiata di 15 minuti, è fondamentale per il benessere dell’apparato cardiovascolare e per prevenire il diabete. Quindi pancetta ok, ma senza lasciarla degenerare in sovrappeso.

fonte PANORAMA

 

03/11/20160