newslogo

La prostituzione minacciata dai robots

La tecnologia, da alleata degli esseri umani, potrebbe diventare la nostra maggiore nemica, specie quando si tratta di posti di lavoro. Recentemente, un think tank europeo specializzato in economia ha valutato la questione dei posti di lavoro che potrebbero andare perduti nei Paesi Europei: ad esempio, la Polonia rischia di perdere il 56% dei posti di lavoro esistenti e la Spagna il 55%, ma non va molto meglio neanche per Paesi quali la Francia e l’Inghilterra.

Un recentehttp://www.slate.fr/story/90977/modernite-ravages-homme-societetp://" style="box-sizing: border-box; color: rgb(36, 137, 13); -webkit-transition: all 0.3s ease-in-out; transition: all 0.3s ease-in-out;"> mega-studio effettuato sull’argomento (da parte del Pew Reasearch Center,un’istituzione americana), riguarda proprio il tema di cui si parla: ” Intelligenza artificiale, robotica e futuro dei mestieri” e si domanda se le applicazioni di intelligenza artificiale contribuiscano a creare nuovi posti di lavoro o piuttosto li distruggano.  Gli esperti propendono per la versione più pessimistica.

L’arrivo dei robots anti-uomo riguarda veramente tutti i campi del lavoro, non esclusa la prostituzione. Uno degli esperti consultati, Stowe Boyd, ha scritto che “i robots partner sessuali saranno comuni” nel 2025, anche se saranno “oggetto di disprezzo e di divisione”.

Sul sito Extreme Tech, Sebastian Anthony spiega che, sebbene questi robots non saranno intellettualmente troppo dotati, “probabilmente saranno in grado di soddisfare le esigenze più sessuali delle persone” e dunque molti lavoratori del sesso rischiano di perdere il loro lavoro.

Guardando la cosa in positivo, l’impatto imprevisto dell’automazione potrebbe essere invece quello di ridurre l’enorme traffico umano generato dalla prostituzione nel mondo (si stima 1 miliardo di persone).

 fonte sesso e amore

calo del desiderio in estate

l paradosso dell'estate: fioriscono le opportunità di conoscere nuove persone, aumentano le occasioni per lasciarsi andare e mollare un po' i freni inibitori, sperimentare il sesso in tutte le sue forme e varianti. E nello stesso tempo, però, afa e caldo, magari complicati da un'alimentazione sbagliata, finiscono per mettere ko il desiderio sessuale maschile.

Come regolarsi, allora, per evitare all'uomo brutte figure e flop sotto le lenzuola? Proviamo a individuare alcune regole.

Le cause del problema

"Se è vero che nei mesi estivi la produzione di ormoni aumenta per le ore di luce in più", afferma Fabrizio Iacono, docente di ruolo di Urologia presso l’università Federico II di Napoli, "che stimolano i centri ipotalamici, è anche vero che crescono i fattori che possono provocare episodi di disfunzione erettile occasionale o di astenia sessuale".

Ma non solo. Oltre alla stanchezza provocata dall’alta temperatura, che non aiuta gli sforzi fisici, "bisogna aggiungere l’eccessiva sudorazione", avverte l´esperto, "che priva l´organismo dei sali minerali. Senza contare che il calore elevato agisce anche sulla fertilità maschile in quanto riduce la produzione di spermatozoi".

A tavola

"Andrebbero scelti cibi che contengano un buon quantitativo di sali minerali e vitamine", dice ancora Iacono, "come le macedonie di frutta e le insalatone. E tra i piatti di stagione, che possono aiutare la funzione sessuale, ci sono i i frutti di mare e in particolare le ostriche che sono ricche di zinco e iodio. Come dolce si può scegliere il cioccolato, ricco di feniletilamina, l'ormone dell´amore".

Gli integratori

"Se tutto questo non basta", precisa Iacono, "un aiuto in più arriva anche dalla natura grazie agli integratori che contengono un composto che sfrutta le proprietà dell'alga Ecklonia Bicyclis, della pianta Tribulus terrestris e della Glucosamina, estratta dal guscio di gamberi e granchi, che favorisce il rilascio di ossido di azoto, mediatore chimico dell'erezione".

"Inoltre nei giorni più caldi andrebbero bevuti almeno 2 litri di acqua nell'arco delle 24 ore", conclude, "e se si è al mare, meglio bagnarsi frequentemente i polsi: aiuta a mantenere la pressione nella norma".

Contraccettivi più usati in estate

Non c’è dubbio è durante l’estate che si risvegliano i “sensi” degli italiani, anche perché in questo periodo c’è maggior tempo libero a disposizione e si è meno stressati dai ritmi di lavoro. E di conseguenza si fa più sesso.

Lo confermano diversi studi e sondaggi. Tra questi ultimi, c’è per esempio quello che tempo fa realizzò Demoskopea per Organon Italia, secondo cui per il 60% delle donne e il 66% degli uomini in estate aumenta sensibilmente l´attività sessuale. La ricerca, condotta su un campione di 983 italiani (50% uomini e 50% donne), di età compresa tra i 18 e i 44 anni, aveva stabilito che a sentire maggiormente il richiamo del sesso sono, ennesima conferma dei più triti luoghi comuni, gli uomini (57%), in particolare quelli tra i 25 e i 34 anni, rispetto al 44% delle donne.

I contraccettivi più usati

Ma se in estate gli italiani sono più inclini ad avere esperienze sessuali, qual è l’attenzione che rivolgono alla contraccezione? Se più della metà degli intervistati (59%) è concorde nell´affermare che durante le vacanze aumenta l´uso dei contraccettivi, per il 32% la scelta di quale metodo anticoncezionale adottare rimane una scelta affidata alla donna. E nella graduatoria dei contraccettivi più utilizzati, al primo posto si attesta il preservativo (59%), seguito dalla pillola (31%) e dall´anello (7%).

In particolare per i giovani tra i 18 e i 24 anni il più popolare è il preservativo, mentre i metodi contraccettivi più recenti, come l´anello, hanno successo fra le donne dai 25 ai 34 anni, residenti nel Nord ovest, single e con un buon livello di studi.

“L´anello contraccettivo”, spiega Rosella Nappi, ginecologo dell´Università di Pavia, “è un metodo che ben si adatta alle esigenze estive, soprattutto quando i viaggi e il fuso orario modificano le nostre abitudini: si inserisce una sola volta al mese e rilascia in modo graduale basse dosi di ormoni”. fonte staibene

Pagina 342 di 359

Marco Rossi sui Social Network

 

facebook logo detail ios homescreen icon

unnamed pinterest-icon

 

Marco Rossi è Collaboratore di Psicologi Italia

label-psicologo

Marco Rossi è Presidente della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale

Marco Rossi e il Centro Medicina Sessuale

10177450 644754452262215 609929187 n

 

Marco Rossi su Run Radio

runradio

Mercoledì ore 10,55

Marco Rossi su Radio Deejay

Lunedì ore 23,30

in DeeSera

Impotenza

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Eiaculazione Precoce

Istruzioni per l'uso

E' possibile scaricare l'applicazione gratuitamente su iTunes

Cerca nel sito

Acquarelli Erotici

Realismo Idealista a Zagabria

 Acquarelli Erotici

Prossimi Incontri ed Eventi

Martedì 9 Aprile alle ore 18,30 presso il Castello di Padernello si terrà una "Aperitivo Afrodisiaco" dove il Dottor Marco Rossi sessuologo e psichiatra vi accompagnerà in una serata stuzzicante e accattivante indagando il rapporto nuovo e antico tra eros e cibo.

Per info cliccare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per iscrizioni Castello di Padernello

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

ORGANIZZAZIONE CONFERENZE INCONTRI ED EVENTI
Il Dott. Marco Rossi ha una lunga esperienza nella organizzazione di eventi e nella partecipazione in qualità di relatore e/o moderatore a conferenze. Le tematiche trattate sono inerenti al singolo, alla coppia, a problematiche sociali e temi culturali riguardanti la sfera dei sentimenti e della sessualità senza mai tralasciare la componente psicologica.

Organizzazione Conferenze Incontri ed Eventi

Go to top