I sex toys fai da te

Quando il sex toy è fai-da-te  Un paio di divertenti servizi, uno online l’altro quasi, consentono di confezionare il dildo su misura. Da una parte un generatore di modelli 3D da stampare in casa o farsi spedire, non prima di averli modificati a piacere. Dall’altra Falloxme, un kit per realizzare una fedelissima replica del pene. Per una sessualità personalizzata

E se il sex toy te lo facessi da solo? Se fosse un giocattolo perfetto, realizzato su misura? Adesso, per la gioia della stragrande maggioranza degli italiani, fervidi praticanti dell’autoerotismo, si può. E in modo abbastanza facile. Grazie a un paio di servizi in realtà parzialmente differenti. Uno dal sapore più industriale l’altro più artigianale.

Il primo si chiama Dildo Generator. È frutto dell’ingegno di un programmatore berlinese ed è in sostanza un sito sul quale ci si può sbizzarrire a costruire un giocattolo erotico fai-da-te che verrà poi stampato in 3d. Linee, dunque, ma anche colori a scelta.

Si parte a un modello bidimensionale col quale divertirsi e al quale aggiungere in maniera davvero facile una serie di curve di Bézier, cioè elementi molto utilizzati nella computer grafica e ideati dall’omonimo ingegnere francese Pierre per le carrozzerie delle automobili negli anni Sessanta. Si trascinano punti e linee e l’aggeggio cambia forma.

Mentre dai sfogo alla tua fantasia (“Finalmente il sex toy che ho sempre voluto!”) in un box separato viene visualizzato il modello tridimensionale. Insomma, ciò che stai combinando. E se proprio vuoi raggiungere i meandri più reconditi del piacere, puoi utilizzare altri parametri per un sex toy dei sogni. Alla fine scarichi il file .Stl e lo stampi a casa o lo spedisci a uno dei tantissimi servizi online che stampano oggetti e te li recapitano, tipo Vectorealism.

Qualche esempio? Per sbizzarrirci abbiamo simpaticamente realizzato qualche rozzo prototipo di dildo online: il proiettile, la mongolfiera, il razzo, l’abat-jour, il vaso cinese, il fungo e la matrioska. A voi la scelta.

Il secondo servizio si chiama invece Falloxme. Si tratta di un progetto in cui bisogna sporcarsi le mani (e non solo) e che consente in sostanza di donare – letteralmente, almeno dal punto di vista maschile – la propria sessualità.

Cos’è? Facile. Un kit con materiali siliconici che consente di realizzare in pochi minuti un fedelissimo calco del pene e poi, grazie all’impasto fornito nel pacchetto e versato nello stampo, di sfornarne in un paio d’ore una replica personalizzabile aggiungendo glitter, pigmenti ad hoc, striscioline di carta con scritte e altri piccoli oggetti. Insomma, un dildo unico e a prova di imitatori o di rozze linee industriali. La democrazia della personalizzazione. Fonte Style .it